I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cancro al seno, due pesche al giorno per allontanare il rischio

Un nuovo studio dimostra come il frutto sia efficace nella lotta alla metastasi

Pubblicato il 02/04/2014 da Prevenzione a tavola

 Le pesche inibiscono le metastasi del cancro al seno. Un nuovo studio pubblicato sul 'Journal of Nutriotional Biochemistry' ha dimostrato che i trattamenti con estratto di pesca bloccano l'insorgenza di metastasi del cancro al seno nei topi.

La miscela di composti fenolici presenti nella pesca e' efficace nella lotta alle metastasi del tumore alla mammella, secondo la ricerca condotta da Luis Cisneros-Zevallos del Texas A&M AgriLife Research. Il cancro al seno nell'emisfero occidentale e' la malattia piu' comune tra le donne. La maggior parte delle complicazioni e dei decessi associati a questo tipo di cancro e' dovuta alle metastasi. "Abbiamo impiantato cellule tumorali di un tipo aggressivo di cancro al seno, l'MDA-MB-435, nei topi", ha spiegato il responsabile dello studio, "e abbiamo osservato l'inibizione di un gene marcatore nei polmoni correlata all'inibizione delle metastasi poche settimane dopo che gli animali hanno iniziato a consumare estratti di pesche. Dopo aver determinato la dose necessaria per innescare questi effetti sui topi abbiamo calcolato che e' l'equivalente del consumo di due-tre pesche al giorno per l'uomo. Si tratta di risultati sorprendenti e importanti perche' rivelano l'impatto che i composti naturali - in questo caso i composti fenolici delle pesche - hanno contro il cancro al seno e le metastasi. Includere questi frutti nella dieta potrebbe fornire un ulteriore strumento per prevenire e combattere questa terribile malattia che colpisce cosi' tante persone". (Fonte) .



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?