I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Dormire col cellulare acceso fa male. Ecco perché

Secondo uno studio andrebbe spento prima delle 21

Pubblicato il 13/03/2014 da Prevenzione a tavola

Dormire con il cellulare acceso in camera da letto può risultare pericoloso per la nostra salute e per la professione. Bisognerebbe invece spegnere il cellulare entro le 21.00. A suggerirlo è uno studio che sarà pubblicato sulla rivista “Organizational Behavior and Human Decision Processes”. I risultati di un recente sondaggio inglese sono inquietanti: cellulari attivi anche di notte per 8 persone su 10, con conseguenze anche pesanti sulla qualità del sonno. Secondo un sondaggio dell’inglese Ofcom, metà dei proprietari di smartphone li utilizza come sveglia e per questo li lascia accesi tutta la notte. Altri invece, e questo è un dato ancora più allarmante, non riescono a fare a meno di controllare mail e messaggi anche di notte. Sulla scia di questa nuova mania gli esperti sono quasi tutti unanimi: è un’abitudine altamente nociva per il riposo di cui abbiamo bisogno e che può portare anche all’insonnia. Come si legge sul Daily Mail, Guy Meadows, specialista della Sleep School di Londra, suggerisce di lasciare il telefonino in cucina durante la notte in quanto dormire con il cellulare vicino al letto può causare anche capogiri e mal di testa. PERCHÈ? Il problema è da ritrovare nella luce degli schermi che se proiettata nel cuore della notte rischia di farci svegliare e renderci vigili, con problemi a riprendere sonno. Secondo Charles Czeisler, docente di Medicina del sonno della Harvard University, anche pochi secondi di luce emessa dal telefonino nel momento sbagliato possono far credere al nostro corpo che sia ora di alzarsi, stimolando la retina, che trasmette i segnali visivi al cervello. Inoltre sarebbe bene spegnere il telefonino entro le 21.00, o comunque almeno 2 ore prima di andare a dormire, perché la luce blu dello schermo del cellulare sparata negli occhi durante la serata può interferire con la produzione dell’ormone melatonina che è fondamentale per prepararsi ad un sonno tranquillo e sereno. Per questo, è meglio tenere lontano il cellulare prima di addormentarsi. (fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali