I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Inquinamento: 43 città italiane fuori legge secondo Legambiente

Torino, Napoli e Frosinone le più inquinate nel 2013. Rischio smog anche per il 2014

Pubblicato il 12/02/2014 da Prevenzione a tavola

Torino è la capitale dello smog 2013, seguita da Napoli e Frosinone. Questo è il rapporto di Legambiente: lo scorso anno, su 91 città monitorate dall'associazione, 43 hanno registrato valori di PM10, le polveri sottili, superiori ai limiti di legge.Il "Treno verde" di Legambiente è partito dalla stazione Termini di Roma per monitorare l'inquinamento atmosferico e acustico nelle città italiane, e per promuovere una mobilità sostenibile con una mostra didattica e interattiva. La 26/a edizione del Treno Verde, si concluderà a Torino il 27 marzo, e farà tappa in 11 città: Palermo, Cosenza, Potenza, Caserta, Pescara, Ancona, Verona, Milano, Varese e Torino.A guidare la classifica Torino con 126 giorni di superamento, Napoli con 120 e Frosinone con 112. Appena sotto al podio, Alessandria con 92, Salerno con 90, Benevento con 89, Vercelli con 86. Ma non mancano le grandi città come Milano con 81, Bologna con 57, Firenze con 46 e Roma con 41 giorni. In undicesima posizione troviamo anche Asti con 79 sforamenti. Fuorilegge anche Novara con 60 e Biella con 43.La legge prevede un massimo di 35 giorni all'anno di sforamento del limite di polveri sottili nell'aria, il tetto giornaliero da rispettare è di 50 microgrammi per metro cubo.Sempre secondo Legambiente, anche il 2014 non sembra andare meglio. A meno di due mesi dall'inizio dell'anno, in alcune città italiane monitorate si sono già registrati oltre 20 giorni di superamento."Le nostre città - ha detto il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni - devono tornare a respirare, ad essere più verdi, ad avere uno sviluppo in sintonia con l'ambiente ed essere fucine di innovazione. Ripensare i centri urbani, migliorare la qualità di vita e dell'aria significa prima di tutto ripartire dal trasporto pubblico, che si conferma essere un passaggio strategico per il cambiamento dei nostri centri urbani.Eppure il nostro Paese fatica ad intraprendere questa importante e necessaria strada: il 2013, sancito dalla comunità europea come "anno dell'aria", doveva essere l'anno per affrontare seriamente il problema dell'inquinamento atmosferico, invece, si è fatto davvero poco e anche il 2014 non sembra iniziare nei migliori dei modi. Continuiamo ad accumulare ritardo nella competizione con la qualità della vita delle città europee. È urgente intraprendere azioni efficaci e interventi mirati per risolvere il problema dell'inquinamento atmosferico in tutta la Penisola, destinando più fondi e incentivi al trasporto pubblico locale e all'ammodernamento della rete ferroviaria, invece, che per la realizzazione di faraoniche e talvolta inutili e superflue opere autostradali". (fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo