I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tremare per il freddo fa dimagrire

Lo dice uno studio che arriva dagli Stati Uniti

Pubblicato il 05/02/2014 da Prevenzione a tavola

Per perdere grasso un aiuto potrebbe arrivare dai brividi causati dal freddo. Insieme all'esercizio fisico, secondo gli scienziati, patire per le basse temperature potrebbe contribuire a trasformare il grasso bianco (di riserva) in bruno (da bruciare). Lo studio è stato condotto negli Stati Uniti dall'Istituto nazionale del diabete e malattie digestive e renali (Niddk) e pubblicato su Cell Metabolism.Il Santo Graal del dimagrimento - Il risultato, secondo l'autore principale, l'italiano Francesco Saverio Cinti, mostra che anche nell'uomo, e non solo nei topi o in casi specifici, come quello di un tumore chiamato feocromocitoma, è possibile trasformare il tessuto bianco in bruno. E' stato scoperto che sono i brividi provocati dal freddo il meccanismo chiave che fa produrre ai muscoli l'ormone che favorisce la trasformazione del tessuto adiposo bianco in tessuto adiposo bruno e che attiva il tessuto bruno facendogli bruciare calorie.Il test - Alcuni volontari sono stati esposti a temperature fino a 12 gradi, che hanno scatenato i brividi. Dalle analisi del sangue è emerso che il freddo fa aumentare i livelli di irisina. Inoltre, in questi casi, l'ormone collabora con un fattore di crescita chiamato FGF21 che aiuta a trasformare il tessuto adiposo bianco in bruno. Per Cinti, è anche la conferma che l'esercizio di media intensità e di lunga durata, al freddo, è un'ottima arma contro l'obesità. (TgCOM)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo