I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il Marsili preoccupa, il CNR lo tiene d’occhio

Si studia il comportamento del vulcano più grande d'Europa

Pubblicato il 16/01/2014 da Prevenzione a tavola

"Stiamo scrivendo dei progetti con lo scopo di implementare un sistema di monitoraggio che ci permettera' di valutare la pericolosita' del vulcano sottomarino Marsili, legata per lo piu' all'innesco di eventi franosi". Lo ha detto all'AGI Mattia Vallefuoco dell'Istituto per l'ambiente marino costiero del Consiglio nazionale delle ricerche di Napoli (Iamc-Cnr) che, in collaborazione con l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma (Ingv) e altri partner internazionali, ha firmato uno studio su 'Gondwana Research' da cui e' emerso che il piu' grande vulcano d'Europa e del Mediterraneo e' attivo. "Sappiamo che il Marsili puo' innescare frane ma non sappiamo quale possa essere la portata di questi eventi", ha detto Vallefuoco, "stiamo parlando di un vulcano - ha spiegato - che si estende sui fondali del mar Tirreno, tra Calabria e Sicilia con profondita' che superano gli 800 metri. Si tratta quindi di un ambiente di studio molto difficile. Abbiamo bisogno, ad esempio, di sensori in grado di resistere alla pressione marina". Per questo i ricercatori sono gia' a lavoro. "Non ci vogliamo fermare" ha sottolineato Vallefuoco. "Continueremo le nostre ricerche - ha aggiunto - insieme a equipe internazionali. Stiamo valutando l'eventualita' di presentare i nostri progetti per chiedere finanziamenti. Per l'Italia e' un momento difficile, ma io faccio il mestiere piu' bello del mondo e non mi arrendo". (AGI)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?