I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

5 alimenti che riducono il rischio di ictus

L'ictus rappresenta la terza causa di morte in Italia

Pubblicato il 11/01/2014 da Prevenzione a tavola

L'ictus si verifica quando il flusso di sangue al cervello è limitato, spesso a causa di un'arteria o vaso sanguigno bloccati. L'ictus è la terza causa di morte in Italia. Prevenirli, attraverso un'alimentazione corretta, può essere sicuramente d'aiuto. Ecco 5 alimenti che dovrebbero comparire nella vostra dieta anti-ictus.1. Fagioli L'acido folico, può ridurre il rischio di ictus fino al 20%. I fagioli come i borlotti, i ceci e lenticchie contengono dosi importanti di questo sostanza. Inoltre, i fagioli sono ricchi di magnesio, altra sostanza legata alla riduzione di ictus.2. Spinaci La carenza di potassio è legata ad un maggior rischio di ictus, fino al 28%. Siamo abituati a pensare alle banane come migliore fonte di potassio, ma ci sono anche altri alimenti ricchi di questa sostanza. Gli spinaci sono uno di questi.3. Cioccolato Uno studio ha dimostrato che gli uomini che hanno mangiato una barretta di cioccolato alla settimana hanno visto ridursi il loro rischio di ictus del 17%. Consumarne 50 grammi alla settimana può essere utile. Si ritiene che i flavonoidi nel cioccolato siano in grado di proteggere l'organismo contro le malattie cardiovascolari, compreso l'ictus.4. Pomodori Il licopene è il composto che dà ai pomodori il loro colore rosso vivo. Uno studio ha dimostrato che gli uomini con una maggiore concentrazione di licopene nel sangue avevano minori probabilità di avere un ictus in un periodo di 12 anni.5. Agrumi Gli antiossidanti e flavonoidi presenti negli agrumi sono legati ad un minor rischio di ictus nelle donne. Gli stessi risultati possono essere riscontrati negli uomini. Secondo uno studio di Harvard, le donne che hanno consumato questi frutti per un periodo di 14 anni avevano un rischio del 19% più basso di essere colpite da ictus.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero