I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

5 alimenti che riducono il rischio di ictus

L'ictus rappresenta la terza causa di morte in Italia

Pubblicato il 11/01/2014 da Prevenzione a tavola

L'ictus si verifica quando il flusso di sangue al cervello è limitato, spesso a causa di un'arteria o vaso sanguigno bloccati. L'ictus è la terza causa di morte in Italia. Prevenirli, attraverso un'alimentazione corretta, può essere sicuramente d'aiuto. Ecco 5 alimenti che dovrebbero comparire nella vostra dieta anti-ictus. 1. Fagioli  L'acido folico, può ridurre il rischio di ictus fino al 20%. I fagioli come i borlotti, i ceci e lenticchie contengono dosi importanti di questo sostanza. Inoltre, i fagioli sono ricchi di magnesio, altra sostanza legata alla riduzione di ictus. 2. Spinaci  La carenza di potassio è legata ad un maggior rischio di ictus, fino al 28%. Siamo abituati a pensare alle banane come migliore fonte di potassio, ma ci sono anche altri alimenti ricchi di questa sostanza. Gli spinaci sono uno di questi. 3. Cioccolato  Uno studio ha dimostrato che gli uomini che hanno mangiato una barretta di cioccolato alla settimana hanno visto ridursi il loro rischio di ictus del 17%. Consumarne 50 grammi alla settimana può essere utile. Si ritiene che i flavonoidi nel cioccolato siano in grado di proteggere l'organismo contro le malattie cardiovascolari, compreso l'ictus. 4. Pomodori  Il licopene è il composto che dà ai pomodori il loro colore rosso vivo. Uno studio ha dimostrato che gli uomini con una maggiore concentrazione di licopene nel sangue avevano minori probabilità di avere un ictus in un periodo di 12 anni. 5. Agrumi  Gli antiossidanti e flavonoidi presenti negli agrumi sono legati ad un minor rischio di ictus nelle donne. Gli stessi risultati possono essere riscontrati negli uomini. Secondo uno studio di Harvard, le donne che hanno consumato questi frutti per un periodo di 14 anni avevano un rischio del 19% più basso di essere colpite da ictus.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

Corsi - Prevenzione a tavola

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia