I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Acqua, bere alla bottiglia aumenta l’emicrania

Lo studio della Kansas University secondo cui la plastica indurrebbe il mal di testa

Pubblicato il 03/12/2013 da Prevenzione a tavola

Soffri di emicrania? Una soluzione potrebbe essere quella di evitare di bere dalla bottiglie di plastica. E non solo: aiuta pure eliminare i bicchieri di plastica ed evitare di cuocere i cibi vassoio del microonde, perché il disturbo potrebbe ripresentarsi rapidamente e in maniera piuttosto violenta. A sostenerlo è un nuovo studio della statunitense Kansas University, pubblicato su Toxicological Sciences, secondo cui tra i fattori scatenanti del cerchio alla testa ci sarebbe il bisfenolo A, una sostanza chimica utilizzata per produrre la plastica e che è già stata individuata da precedenti studi come responsabile di obesità, infertilità e attacchi cardiaci. I ricercatori hanno svolto alcuni esperimenti sui topi in laboratorio, somministrando alla metà di loro ogni tre giorni il bisfenolo A. L'ESPERIMENTO SUI TOPI Dai risultati della loro ricerca, pubblicata sulla rivista Toxicological Sciences, è emerso che circa mezz'ora dopo la somministrazione di bisfenolo A i topi che lo avevano ricevuto apparivano meno attivi, si tenevano lontani da rumori e luci e mostravano i segnali tipici di un indolenzimento alla testa. Lo studio, per il quale sono stati utilizzati parametri per rilevare l'emicrania nei topi da laboratorio applicabili anche all'uomo, evidenzia quindi secondo gli studiosi che l'esposizione al bisfenolo A aumenta l'incidenza e la prevalenza dell'emicrania. ---------- BARBARA D'URSO E LA SUA LEZIONE DI PILATES: GUARDA IL VIDEO



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?