I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Influenza, quest’anno arriva per il Capodanno

Il picco a ridosso del nuovo anno. Metterà a letto oltre 4 milioni di italiani

Pubblicato il 26/11/2013 da Prevenzione a tavola

Arriva l'inverno, e si porta dietro l'influenza. Ma come sarà l'influenza di quest'anno? E soprattutto, quando arriverà? Le riposte le troviamo sul sito del Sole24Ore, dove Silvia Sperandio ha intervistato il virologo Fabrizio Pregliasco dell'Università di Milano. Ecco qualche stralcio:La pandemia vera e propria, secondo gli esperti, si farà sentire solo a fine dicembre-primi di gennaio. E metterà a letto - sempre stando alle previsioni - dai 4 ai 4 milioni e mezzo di italiani, dei quali il 40% bambini. «Quest'anno si prevede una pandemia standard, senza particolari picchi». I ceppi virali individuati sono tre: AH1N1/California; A/H3N2/Victoria; B/Massachusets. Il primo era già presente negli anni scorsi, gli ultimi due sono nuovi. Cosa ci possiamo aspettare? «Tutti questi virus - spiega lo specialista - hanno le stesse caratteristiche della malattia influenzale. I principali campanelli d'allarme sono ben noti, e vanno dalla febbre alta a dolori muscolari, stanchezza, tosse e altri sintomi respiratori».Per vaccinarsi c'è tempo fino a fine dicembre, ma non tutti sono d'accordoSe l'epidemia non arriverà prima di Natale, la campagna di prevenzione è già scattata nelle regioni italiane. Quanto tempo c'è ancora per vaccinarsi? «In realtà - dice il virologo - non esiste un limite temporale preciso: però, considerando che l'effetto protettivo parte dieci giorni dopo l'iniezione, possiamo dire che c'è tempo fino alla fine di dicembre».



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo