I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I tumori colpiscono una persona su due

L'oncologo Umberto Veronesi, parla così alla platea di ricercatori e volontari nel corso della cerimonia per la Giornata contro il cancro al Quirinale

Pubblicato il 12/11/2013 da Prevenzione a tavola

"Cinquanta anni fa si ammalava di tumore una persona su 20, oggi quasi una su 2" ma, nonostante questa forte crescita, l'obiettivo "era e resta quello della mortalità zero": l'oncologo Umberto Veronesi, parla così alla platea di ricercatori e volontari nel corso della cerimonia per la Giornata contro il cancro al Quirinale. ''Serve un grandissimo progetto di prevenzione'' ha detto il direttore scientifico dell'Istituto Europeo dei Tumori. Oltre al controllo dei fattori di rischio ambientale, ha aggiunto, serve migliorare gli stili di vita e convincere la popolazione a seguire questi programmi."Siamo progredendo, parliamo della ricerca e di un'Italia che studia, lavora e si migliora. Parliamo di un'Italia che anche politicamente deve farsi più matura per far sue queste direttrici di impegno condiviso", ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.In Italia la sopravvivenza dopo 5 anni dalla diagnosi di tumore ha raggiunto il 53%, con una riduzione della mortalità in tutte le aree del Paese. Questa percentuale di sopravvivenza pone l'Italia al terzo posto in Europa, nonostante una popolazione in costante invecchiamento. Un esempio: in Italia nel 1990 morivano 40 donne ogni 100 mila colpite dal tumore alla mammella; oggi sono 20, la metà, ha riferito il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Sono 1,3 milioni di italiani guariti dalla malattia, dunque non più "il male incurabile" ma sempre più una malattia cronica.''I livelli di risposta della popolazione verso l'attività di prevenzione sono più che incoraggianti: in un anno sono state circa 1,5 milioni le donne tra i 50 e i 69 anni sottoposte a screening. I programmi di screening riducono di oltre il 45% la mortalità. Dobbiamo insegnare ai bambini e ai loro genitori che la prevenzione è un dovere e non una scelta, fa parte dei doveri civici che ognuno di noi assume nei confronti di se stesso e della società'', ha aggiunto il ministro. ''Ma troppe rimangono le differenze per l'accesso agli screening e in qualche caso alle cure'', ha sottolineato il ministro che ha ricordato le liste d'attesa e l'appropriatezza delle prestazioni come obiettivi del Patto della salute. (Ansa)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero