I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Perché la Cancellieri andrebbe dimessa

di Biagio Simonetta

Pubblicato il 04/11/2013 da Biagio Simonetta
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Come sarebbe stata la vita di Antonino Vadalà se il suo cognome fosse stato Ligresti? Probabilmente uguale, sarebbe morto lo stesso. Perché il cancro non guarda in faccia nessuno, non teme caste, cognomi, parentele. Il cancro, per quanto bastardo, è probo. Probo come la morte, che arriva per tutti. A volte soffice e silenziosa, come una nevicata di dicembre. Altre violenta e improvvisa. Antonino Vadalà, che di cognome non faceva Ligresti, aveva 61 anni ed è morto in un letto d'ospedale. Ma fino a dieci giorni prima era rimasto in cella, senza un permesso per andarsi a curare. Era finito dentro nell'operazione "Bellu lavuru", che fece luce sulle infiltrazioni della 'ndrangheta negli appalti sulla statale 106. Doveva scontare 7 anni di galera. Si può essere d'accordo o meno sulla severità da applicare nei confronti dei detenuti, e non è certo questo il motivo di questo scritto. Il tema è complesso, e i sentimenti diventano altalenanti quando variano i reati. Potrei essere cinico, e dire che mi sta bene che a un condannato per 'ndrangheta non vengano concessi permessi, neanche davanti a un cancro. Oppure potrei essere umano, e ritenere sconcertante la vicenda di Antonino Vadalà. Punti di vista. Soggettivismi. L'unico dato oggettivo, invece, rimane la vergognosa condotta del ministro Anna Maria Cancellieri, l'amica di casa Ligresti che s'è fatta in quattro per la detenuta Giulia Ligresti. Migliaia di detenuti, in Italia, vivono condizioni simili e/o peggiori della figlia di Salvatore Ligresti. Ma la ministra Cancellieri non ha alcun moto d'umanità. Il suo è uso della carica istituzionale ad personam (o forse ad amicum) che andrebbe punito per legge. Alla Cancellieri non vanno chieste le dimissioni, ma vanno imposte. La Cancellieri va dimessa. Magari subito.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore